L’autorun è un’opzione dei sistemi operativi Windows (95/98/NT/2000/XP/Vista) che permette di eseguire un programma quando viene inserito un CD/DVD nel lettore. Solitamente si consiglia di disabilitare questa opzione, che potrebbe inficiare il processo di scrittura dei CD/DVD, ma questo non impedisce di realizzare CD-ROM che partano automaticamente su sistemi in cui l’autoplay non è disabilitato. Per creare un CD dotato di autoplay è sufficiente inserire tra i files che si trovano nella root del disco (e quindi il file non deve essere contenuto in alcuna sottocartella) un file chiamato “autorun.inf”. In questo file sono contenuti dei comandi che il sistema operativo andrà ad eseguire nel momento in cui il CD/DVD viene inserito.

Per la creazione del file autorun.inf si possono usare molti metodi, ma il più comune è utilizzare il caro e vecchio Notepad di Windows (oppure un semplice editor di testo); si scrivono i comandi rispettando le sintassi, quindi comprese le parentesi quadre [] che racchiudono la parola autotun, che è necessariamente il primo comando, e poi, linea per linea, gli altri comandi. Al momento di salvare il file è sufficiente utilizzare l’opzione SALVA CON NOME dal menù FILE e, nella linea dedicata al nome del file digitare “autorun.if” virgolette (” “) comprese, in modo che il file venga salvato con la giusta estensione.

Il contenuto più semplice del file “autorun.inf” è:

[autorun]
open=nomefile.ext

dove nomefile è il nome del file e .ext stà per l’estensione (normalmente .exe). Un esempio concreto è:

[autorun]
open=explorer.exe

in questo modo, all’inserimento del CD verrà aperto Esplora Risorse. Il comando open comunque è in grado di lanciare qualsiasi programma, quindi è sufficiente scrivere il nome del programma (eventualmente con la sua path) dopo il comando open per lanciare quel programma all’inserimento del CD.

Volendo, tramite un file autorun.inf è possibile assegnare un’icona specifica al CD, in modo che, all’inserimento del CD nel lettore, Esplora risorse utilizzi per quel CD l’icona indicata e non l’icona standard utilizzata per i CD. In questo caso la linea da aggiungere a quelle già presenti deve essere:

icon=nomeicona.ico

Come prima, nomeicona è il nome dell’icona, e .ico è l’estensione usata dai sistemi classe Windows per le icone. Ovviamente il file dell’icona deve essere scritto nella root del CD.
Un’altro metodo per specificare l’icona è la riga:

icon=nomexe.exe, n

Dove nomexe.exe e il nome del file dell’eseguibile e “n” è un numero da 0 in poi che specifica l’ID dell’icona salvata nel file exe; infatti nei file eseguibili è possibile, usando file di risorse, includere più di una icona; provate con il file explorer.exe oppure con shell32.dll

E’ anche possibile far aprire dal file autorun.inf una pagina web. In questo caso è necessario utilizzare il comando



open=explorer.exe nomepagina.htm

che va a sostituire il comando open=nomefile.ext. Quindi in questo caso l’esempio è:

[autorun]
open=explorer.exe nomepagina.htm

Infine, per finire, si può fare in modo che all’inserimento del CD vengano aggiunte alcune voci nel menù contestuale di Windows, di modo che cliccando con il tasto destro sul CD da Esplora risorse compaiano anche queste voci di menù. In questo caso è necessario ricorrere al comando shell. Ecco un esempio:

[autorun]
open = setup.exe /i
shell\install = &INSTALLA
shell\install\command = setup.exe /i
shell\readme = &LEGGIMI
shell\readme\command = notepad help\readme.txt

In questo modo il comando di default dell’autorun è setup.exe. Andando a cliccare con il tasto destro sul CD, oltre alle solite voci di menù contestuale compariranno anche queste voci:

INSTALLA, che eseguirà il comando setup.exe
LEGGIMI, che lancerà il blocco note aprendo automaticamente il file readme.txt

Prima di masterizzare il CD finale consigliamo sempre di provare un un disco riscrivibile.