sqlite

Durante lo sviluppo di una applicazione web o di un software che richiede la connessione ad un database, ci si scontra con questione di disponibilità, di budget, di performance che mettono in crisi l’intero progetto.
Solitamente quindi si deve ricorrere ad una forma di salvataggio dei dati sviluppata ad-hoc oppure, parlando di Microsoft Visual Studio, la soluzione rimane un semplice file mdb di Access.
Un’alternativa valida rimane la modalità “file” di SQL Express che permette di salvare su file, quindi senza scomodare una istanza di un DBMS, i propri dati. Questo però presuppone il fatto che SQL Express sia installato sul sistema operativo ospite e molto spesso questo non è possibile (pensiamo ad un server in hosting).

La soluzione ideale quindi rimane un flat database famoso chiamato Sqlite che scrive su di un file, e non su una istanza di un DBMS, ma che è possibile interrogare con la sintassi SQL che ben conosciamo. Tutto questo gratuitamente. Inoltre ci vengono in aiuto molto programmi free che si interfacciano a tale file e che ci permettono di creare, modificare o cancellare le tabelle, le viste, i dati, etc. Infine, se sviluppate con Visual Studio, è necessario il provider connector per interfacciarsi nello sviluppo.

Trovate Sqlite qui
Il provider per connettersi con Visual Studio lo trovare su System.Data.Sqlite
SQLite Expert Personal come interfaccia semplice al file Sqlite
Sqliteman come interfaccia al file di Sqlite e possibilità di eseguire query di creazione delle tabelle da DDL

There are currently no comments.