il-web-visto-come-rischio

Da sempre il web viene visto come una opportunità per le aziende (ma non solo) di avvicinarsi ai potenziali clienti. Negli ultimi anni, con il nascere dei social networks e delle informazioni sempre più in tempo reale, il muro tra azienda e cliente si è fatta sempre più sottile permettendo un approccio più informale. Se da una parte questo è sicuramente un aspetto positivo, dall’altra espone l’azienda ad una serie di rischi che sono sicuramente sottovalutati ma spesso sono del tutto ignoti e non considerati.

Vedere il web, con tutti i suoi strumenti, e l’information technology sotto l’aspetto del rischio è oggi fondamentale per comprendere come oggi il digitale deve avere una rilevanza strategica per una azienda che vuole innovare.

Di seguito 5 rischi che mi piace individuare all’interno delle strategie web e negli strumenti dell’information tecnology.

Rischio immagine

Il rischio immagine viene solitamente unito al rischio reputazionale in quanto fa parte di tutti i rischi legati alla comunicazione aziendale. In un contesto online più specifico si preferisce considerare il rischio immagine unicamente come tutti quei rischi legati all’esposizione della propria immagine nel mondo online.

Rischio reputazionale

L’informazione diffusa dai media tradizionali (carta stampata, televisione, radio) ha un grado di raggiungibilità elevata per pochi giorni e un decadimento veloce nel tempo. Un contenuto web, al contrario, permane e resta raggiungibile per un tempo molto prolungato grazie ai motori di ricerca. Inoltre, per sua natura internet è virale in quanto una domanda è facilmente copiabile o ‘linkabile’ da altre sorgenti web e più un’informazione è eclatante come può esserlo una criticità di un prodotto o di un servizio e più veloce è il suo processo di diffusione.

Rischio individuale

Sempre più spesso l’approccio è quello di tutelare gli altri da possibili ripercussioni che il nostro lavoro può causare. E’ invece necessario un cambio di mentalità che porti a capire i propri rischi e a conoscere come tutelare la propria persona davanti a situazioni che l’attività lavorativa e online ci espone ad affrontare ogni giorno. In questo contesto il concetto di Personal Branding deve diventare la chiave per qualsiasi attività svolta online che possa permettere, tramite un approccio preciso ed analitico, di ottenere risultati concreti per il proprio business.

Rischio informatico

Deve nascere la consapevolezza che gli strumenti usati ogni giorno per comunicare con i clienti sono esposti a rischi altissimi in quanto connessi alla rete globale della comunicazione, nessuno è escluso. I dati, le email, i database ed i documenti privati sono un chiaro esempio di come, se attaccati, possono mettere in ginocchio una attività. L’obiettivo è quello di fornire tutti gli strumenti e le metodologie per affrontare il rischio cibernetico a tutti i livelli, partendo dalla consapevolezza fino alla attuazione delle contromisure e, in casi estremi, alla risoluzione dei danni.

Rischio finanziario

Prendere sotto gamba la propria immagine aziendale (logo, sito web, brochures, biglietti da visita, comunicazione), così come quello di non monitorare la propria reputazione online e sui motori di ricerca, così come il non applicare misure di sicurezza dei dati… espone ad un rischio economico e di lucro cessante elevato. Se aggiungiamo che il proprio business può basarsi unicamente, o in buona parte, sul web (come ad esempio commercio elettronico o richieste preventivi per rete commerciale) il rischio online diventa un rischio d’impresa prioritario.

There are currently no comments.