“Tutte le moderne tecnologie, ogni  possibile software, sono la ragione dell’inerzia creativa che ultimamente sopratutto i giovani stanno soffrendo.
Si pensa che accendendo il computer si possa accedere alla creatività.
Non c’è niente di più sbagliato, il computer è purtroppo  il male creativo moderno, produce velocemente una gran quantità di spazzatura, è semplicemente un imbecille veloce, così come lo sono tutti quelli che fanno dipendere la loro creatività da questo elettrodomestico!
La creatività non dipende da nessuna tecnologia, nessun computer è più potente di una semplice matita.
I programmi grafici sono stati creati da altre persone, il loro utilizzo non è altro che una forma di conformismo becero, serve solamente al marketing della mediocrità.”
(Oliviero Toscani)
[da Creazione Creativa]
  • Roberto Venturelli

    C'è del vero in quello che dice il signor Toscani, ma c'è anche tanta ignoranza purtroppo…
    Il computer è si assolutamente stupido, ma cos'è la matita se non un inerte pezzetto di legno?
    Solo la mano di chi la impugna le da onore, e così è per il computer.
    Riporto il mio pensiero citando Linus Torvalds (che forse signor Toscani lei nemmeno conosce):
    "Sono convinto che l’informatica abbia molto in comune con la fisica. Entrambe si occupano di come funziona il mondo a un livello abbastanza fondamentale. La differenza, naturalmente, è che mentre in fisica devi capire come è fatto il mondo, in informatica sei tu a crearlo. Dentro i confini del computer, sei tu il creatore. Controlli – almeno potenzialmente – tutto ciò che vi succede. Se sei abbastanza bravo, puoi essere un dio. Su piccola scala"
    Ed io aggiungo:
    "Avere un computer tra le tue mani è come essere un pittore con il suo pennello rivolto verso una tela bianca. Solo i limiti della propria immaginazione possono porre fine a quello che si può ottenere."

  • Ricky

    solo perchè non sapeva usare PS…
    battute a parte, penso che ogni cosa in mano all'uomo sia solo un mezzo per esprimere la propria creatività!

  • Duff

    Ciao Ricky, purtroppo mi sa che anche Toscani usa Photoshop! Ad ogni modo secondo me il discorso che solleva il fotografo è molto sottile. COndivido quello che dice Roberto nel primo commento, il computer come il pennello, la matita e tutti gli "strumenti" sono sostanzialmente stupidi: la differenza la fà la creatività dell'utilizzatore, non ci sono pc o matite che tengono. Ognuno di questi strumenti ha dei limiti e Toscani parla solo di quelli del computer e non, per esempio, dell'impossibilità di una matita di scrivere nell'aria (il disegnatore è limitato solo al foglio).

    Ciao

  • Carol

    Mannaggia,oh, come siete profondi!!!!
    Queste lugurazioni mentali sono degne di FulminArte…
    Battute a parte, devo dire che in questi ultimi tempi mi sono molto ricreduta sulle potenzialità dei sistemi informatici, che anch'io non giudicavo molto positivamente; era però un mio problema, di chiusura mentale. In realtà mi sono accorda che puo' essere un'arte e che nelle mani giuste è un mezzo infinito di comunicazione, nel vero senso della parola.
    Quello che però non dobbiamo mai dimenticare che dietro a tutto questo, e anche alla matita, c'è sempre l'uomo, unico vero artista ancora non riproducibile da alcun tipo di macchina.

  • Ricky

    Toscani parla di PC voi di matita, ed io??? potrei criticare i limiti della macchina fotografica.
    ma stiamo tutti sottolineando che lo strumento è solo un mezzo per concretizzare la creatività.

  • Duff

    Ciao Carol e Ricky, purtroppo Toscani non si è posto il problema opposto: cioè che senza uno strumento adeguato alcune realizzazioni creative non potrebbero esistere. Inoltre oggi il computer è cosi, ma solo utilizandolo e trovando i suoi limiti sarà possibile ampliarli … non il contrario.

  • Carol

    E bravo Dani, anche questa volta hai centrato il punto!
    e come puoi vedere la tua più fida allieva sta progredendo a vista d'occhio con l'utilizzo del pc… sono già arrivata al blog!!!!
    Ma se dietro le manine che digitano i tasti sul pc non ci fosse una mente umana che ha rielaborato tutto…. lascio a voi la risposta!
    E come diceva Amleto: "Essere o non essere, questo è il problema" ma forse nel nostro caso è ancora meglio: "Cogito, ergo sum".
    Ad ogni modo e lasciando da parte gli scherzi, concordo con Daniele quando dice che mente e strumenti sono fondamentali, ma raggiungono l'apoteosi solo se utilizzati insieme in modo intelligente e creativo.
    a presto.

  • Duff

    Brava Carol, ora serve anche il tuo di blog.
    E' un'ordine 🙂

  • Chiara

    Bello questo pezzo. Sai Daniele, proprio giorni fa notavo quanto il pc abbia penalizzato la creatività dei bambini…vederne uno che disegna e colora, che si "pasticcia" le mani, è sempre più raro…si è persa la fantasia e la capacità di sognare.

  • Duff

    Hai ragione Chiara, è vero. Ma per i bambini dipende ancora molto dai genitori; io con la mia nipotina mi diverto a creare al pc i disegni in bianco e nero e poi glieli stampo così può colorarli. Faccio entrambe le cose … la avvicino al pc garbatamente ma la faccio ancora "pasticciare".

  • Ricky

    @Chiara non vorrei risultare antipatico, ma il bambino che si pasticcia è un idea romantica della creatività. non credo che il cambiamento del mezzo per concretizzare la nostra creatività limiti la nostra fantasia. ci sarà una piccola penalizzazione dovuta alla metabolizzazione del nuovo strumento…ma solo da parte di chi deve insegnare ad esprimere la fantasia, non di certo ad un bimbo che non conoscendo nessun mezzo, impararne uno invece che un altro non gli cambierà nulla.

  • Duff

    @Chiara …non farci caso, deve sempre puntalizzare su tutto 🙂

  • Ricky

    ma che webmaster sei? tagliare una bella ed interessante conversazione sul proprio sito… 😛

  • Chiara

    ….ma sai che ti dico @Ricky? …hai ragione!!! effettivamente, forse, sono troppo romantica… 😛

  • Chiara

    Daniele con un solo commento ho già sollevato polemiche 😀 !!! Sorry!!!

  • Duff

    Tranquilla Chiara! I commenti sono qui apposta per quello!
    Viva la creatività!