Purtroppo è noto a molti che fantomatiche agenzie web propongano strategie SEO basate sui più disparati approcci e soprattutto con “mirabolanti” risultati.
Per avvalorare la strategia proposta molte agenzie sfoderano quindi termini tecnici e organismi internazionali al fine di convincere (ed ammaliare) il cliente sulla loro conoscenza dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Uno di questi strumenti che sento utilizzare è la validazione del codice del sito tramite W3C sia a livello di HTML che di CSS.

La validazione del codice non è altro che una buona scrittura del codice stesso basato su dettami ormai riconosciuti nell’ambito dello sviluppo web (con a capo il W3C appunto).
Scrivere un codice corretto a validato al 100% non è difficile ma non è nemmeno un lavoro semplice se le pagine del sito web sono corpose oppure molto strutturate. Inoltre in tempi più recenti l’utilizzo (o la scrittura) di plugins jQuery porta spesso a risultati di validazione negativi perchè vanno ad includere codice scritto male oppure con elementi non validabili. Ore ed ore di lavoro quindi potrebbero essere spazzate via da un semplice plugin.

Il topic del post riguarda quindi i reali benefici che si ottiengono a livello SEO scrivendo del codice validato W3C.
La soluzione arriva come sempre da Google stessa tramite la voce di Matt Cutts che, senza mezzi termini, in un video da lui stesso pubblicato ammette: 

“And while it’s great to make valid code, and it can be easier to maintain if you know that all your nesting is in good shape and everything validates, we have to crawl and index and return results on the web even if pages don’t validate. AND SO WE DON’T GIVE ANY SORT OF BOOST TO PAGES IF THEY VALIDATE. It may be a nice thing to do for your own internal purposes, but it doesn’t get any sort of Google boosting in your rank or anything like that. And the simple reason is that the vast majority of pages on the web don’t validate as it is right now.”

In sostanza afferma che la validazione del codice, per tutti i motivi che abbiamo anche detto poco fa, non aumenta in alcun modo il ranking ed il posizionamento della pagina a livello SEO.

Da oggi in poi, quando incontrerete una nuova agenzia web, chiedete cosa ne pensa della validazione del codice W3C e se funziona a livello di ottimizzazione. Dalla risposta capirete molte cose e, sicuramente, vi sarete risparmiati diversi grattacapi (e soldi).

There are currently no comments.